Comunicare con Fornitore? Fornitore
Coco Liu Ms. Coco Liu
Cosa posso fare per te?
Chatta adesso Contattare il Fornitore
 Numero Di Telefono:86-13434225551 E-mail:ky015@ky868.com
Home > Elenco prodotti > Attrezzatura per l'allenamento della forza > Macchina per la resistenza al martello caricata con piastre
Servizio Online
Coco Liu

Ms. Coco Liu

Lasciate un messaggio
contattaci ora

Macchina per la resistenza al martello caricata con piastre

categoria articolo di Macchina per la resistenza al martello caricata con piastre, siamo produttori specializzati provenienti dalla Cina, Attrezzatura per il peso libero, Hammer Strength Machine fornitori / fabbrica, il commercio allingrosso di alta qualità prodotti di Macchina da palestra caricata a piastre R & S e produzione, abbiamo il perfetto servizio e supporto tecnico post-vendita. Aspettiamo la vostra collaborazione!

Cina Macchina per la resistenza al martello caricata con piastre Fornitori

L' attrezzatura Hammer Strength caricata a piastra è progettata per muoversi con la naturale traccia del movimento del corpo. È il primo ad esplorare i vantaggi ergonomici degli archi di movimento indipendenti convergenti e divergenti. Le piastre di peso standard consentono di essere riposte su macchine per efficienza di spazio, mentre i piedini in gomma proteggono la base del telaio e impediscono lo slittamento. Questa nuova serie di macchine per esercizi offre la libertà e la pura sensazione di pesi liberi all'interno di un ambiente sicuro. È costruito secondo i più alti standard in biomeccanica, ergonomia e sicurezza per attivare i muscoli. Tutte le impostazioni - i pulsanti, le leve, i pin e i contrassegni "Visual Flags" - sono di colore giallo brillante e facilmente riconoscibili, in modo che anche i membri meno esperti li individuino immediatamente e siano in grado di configurare da soli le proprie impostazioni personali. Questa serie di attrezzi da palestra Gym della serie Hammer è perfetta per l' allenamento di forza in palestra .
Elenco prodotti correlati

Casa

Phone

Skype

inchiesta